Federazione Russa, la diagnosi della World Bank

Segnaliamo un imponente documento pubblicato dalla World Bank a gennaio, costituito da una dettagliata analisi delle prospettive del Paese a breve e medio termine, frutto di una importante opera di raccolta dei dati provenienti da agenzie governative federali e regionali, università, comunità degli affari, think tanks e società civile.
Tale report, intitolato “Systematic Country Diagnostic for the Russian Federation: Pathways to inclusive growth“, offre un’analisi approfondita delle condizioni economiche e sociali, delle sfide e delle difficoltà a cui va incontro il Paese, identifica opportunità e priorità, e arriva a suggerire percorsi per lo sviluppo sostenibile, policies e azioni non più rimandabili.
L’aumento della produttività per una crescita diversificata e l’incremento dei guadagni del capitale umano con un migliore accesso ai servizi pubblici sono le due magistrali individuate dalla World Bank  affinché la Russia si avvii ad una crescita sostenibile e riesca a creare prosperità per la sua popolazione.
Il report, che conta 232 pagine, è un documento estremamente interessante, al di là dell’apparenza arida di dati e statistiche, per comprendere cosa è successo fino ad oggi nella Russia dell’economia di mercato a livello di PIL, inflazione, spesa per infrastrutture ed educazione, distribuzione della ricchezza, produttività, aspettative di vita, forza lavoro, e tanti altri indicatori.
Soprattutto, la lettura di questo paper permette di avere una visione più globale della Russia degli ultimi 20 anni, sfatare alcune spiegazioni troppo semplicistiche dell’attuale situazione economica e sociale, e intravedere quali sono le grandissime opportunità a cui il Paese può ambire nel breve e nel medio periodo.
Potete scaricare il Systematic Country Diagnostic for the Russian Federation: Pathways to inclusive growth cliccando qui.