[mar 15 nov] Referendum sulle modifiche costituzionali – Invito ad incontro del comitato per il NO

Con sorpresa ed interesse apprendiamo che anche a Mosca si tengono incontri di discussione dedicati al referendum popolare confermativo del 4 dicembre, al quale gli Italiani residenti all’estero sono chiamati a votare per corrispondenza tramite i Consolati (clicca qui per informazioni).
Riceviamo e diffondiamo l’invito del Comitato per il NO – Mosca a partecipare all’incontro organizzato per martedì 15 novembre alle 19.00 presso il Loft Farfor (Gardnerovskij per. 1A, m.  Baumanskaja).
Dal comunicato: “Come Comitato per il NO – Mosca, siamo lieti di accogliere una delegazione dei parlamentari del Movimento 5 stelle per discutere del referendum e per incontrare i nostri concittadini. Per informazioni scrivete a: comitatono.mosca@gmail.com“.
Attendiamo di poter segnalare presto ulteriori incontri dedicati al referendum costituzionale, in modo che anche le ragioni del Sì possano avere occasione di esposizione alla comunità italiana residente a Mosca.

4 pensieri su “[mar 15 nov] Referendum sulle modifiche costituzionali – Invito ad incontro del comitato per il NO

  1. Attenzione, tale sedicente “comitato” è, appunto, sedicente. Non li ha nominati nessuno, se non coloro con cui in realtà verrà effettuato l’incontro in questione, cioè i grillini. Chi siano non si sa (non lo fanno sapere, non ci mettono la faccia, non ci mettono nome e cognome). Capita, la solfa? Voto “no” anch’io, ma ai miei tempi questo comportamento del voler mettere il cappello si chiamava “cammellaggio”. Vota no Berlusconi, Grillo, un pezzo di PD, la sinistra vera tutta, non è un criterio. Diffidate.

  2. Riteniamo di dover intervenire a seguito delle informazioni inesatte e tendenziose riportate dal sig. Bernardini in questo commento (ed in altri).
    1) Il “sedicente” comitato, in data 3 ottobre 2016, con scrittura privata, ha ricevuto delega di rappresentanza dal prof. avv. Alessandro Pace, presidente del Comitato nazionale per il No nel Referendum sulle modifiche della Costituzione. Le “informazioni” date nel commento precedente sono quindi tendenziose; l’originale della delega è disponibile per chi volesse venirne a conoscenza e verrà esibito martedì sera.
    2) Il Movimento 5 stelle, assieme ad altre forze politiche elencate nel summenzionato commento, è parte del Comitato nazionale (di cui ricordiamo il sito: http://www.referendumcostituzionale.online), e non “condiziona”, “mette il cappello” o fa “cammellaggio”, affermazioni gravi effettuate dal commentatore in questione. Così come le forze di altri partiti si stanno spendendo per il No, i gruppi parlamentari del M5S, per ragioni di “numero”, viaggiano per il mondo per incontrare gli italiani all’estero; inoltre, aggiungiamo che il sen. Vito Crimi è uno dei rappresentanti del Comitato nazionale.
    3) La dietrologia di questo commento velenoso anche è facile da smontare: i “nomi” sono stati riportati anche da organi di stampa, i contatti sono sul sito nazionale, le facce sono note a chi ha partecipato agli incontri del Comitato dove, a dir la verità, di “grillini” ce ne sono pochi.
    Continuiamo a lavorare per assicurare un buon risultato il 4 dicembre, ed a commenti questi sì “sedicenti”, risponderemo con i fatti. Rinnoviamo l’invito all’iniziativa di martedì.

  3. Buongiorno,
    desidero informare che il giorno 18 novembre alle ore 16,30 presso l’Hotel Golden Ring in ulitza Smolenskaya 5 a Mosca si terrà un incontro pubblico dedicato ai cittadini italiani residenti in Russia dal titolo “Referendum: le ragioni del NO” con la partecipazione del’On. Matteo Salvini.
    L’accesso è libero

  4. Il sottoscritto ha dichiarato fin dalla prima ora di votare “NO”. In altre parole, la demagogia con me non passa.

    1)Il vostro sedicente comitato non ha nessuna liceità a rappresentare gli italiani in Russia, tant’è che non fate nemmeno mezzo nome tra gli italiani che vivono in Russia. Pertanto, le affermazioni del vostro punto 1 sono tendenziose.

    2)Ci fosse stato un reale comitato per il no in Russia, avreste scritto agli italiani registrati all’AIRE, mentre lo avete fatto solo ad hoc (sarà mica un caso che non avete comunicato nulla al sottoscritto, che pure vota no?). Il punto non è questo. Voi stessi ammettete che si trattava di un’iniziativa del M5S, che però inizialmente avete spacciato per incontro del sedicente comitato per il no. Dovreste semplicemente vergognarvi: rendete un pessimo servizio alle ragioni del no, nel vostro punto 2.

    3)Se i nomi sono stati riportati dalla stampa (russa?! Italiana sulla Russia?!), non dovete fare altro che far sapere qui di quale stampa si tratta, riportare i link, altrimenti sono parole a vanvera. Punto 3 indecoroso e risibile.

    Finalmente, ora oltre ai grullini abbiamo anche i fascioleghisti a farsi concorrenza, oltre, naturalmente, all’impresentabile volantino del sì a Renzi pagato dai contribuenti italiani. Tra PD, M5S e LN, come mai vi svegliate tutti sotto elezioni, e ve ne strafregate di noi il resto del lustro?!

I commenti sono chiusi.